vero o falso

06/03/2024

Stipsi & Salute: 4 luoghi comuni da sfatare

Benessere intestinale

Molti luoghi comuni impediscono di risolvere il problema della stipsi: occorre rivolgersi al proprio medico per una diagnosi corretta e un trattamento appropriato
La stipsi è un problema molto diffuso in Italia e condizionato in molti casi da comportamenti errati. Si tende infatti ad attribuire alla stipsi una serie di sintomi e disturbi come: senso di pesantezza, gonfiore, dolore addominale, senza le dovute verifiche da parte del proprio medico.
Con l’intento di trovare una soluzione rapida a questi disagi, magari associati ad una defecazione non sempre facile e non quotidiana, si tende a ricorrere a rimedi fai-da-te, con la conseguenza di alterare nel tempo il delicato meccanismo del transito intestinale e col rischio di recare danno alla salute.
L’uso indiscriminato di rimedi fai-da-te, inclusi i lassativi, è più diffuso di quanto si pensi ed è an- ch’esso dannoso per la salute.
Di seguito alcuni falsi miti sul tema Stipsi&Salute

  • Si può considerare normale non “andare in bagno” tutti i giorni.
    VERO In condizioni di salute, la frequenza delle evacuazioni varia da persona a persona, a seconda di una serie di fattori: da tre evacuazioni a settimana a tre evacuazioni al giorno.
    Tuttavia, spesso, specie nelle persone anziane, è diffusa l’opinione errata che occorra avere una evacuazione al giorno e che quindi occorra ricorrere a farmaci per ottenere questo risultato.
  • È utile “pulire l’intestino” con clisteri per contrastare irregolarità e costipazione.
    FALSO Abusare di clisteri e irrigazione del colon può al contrario favorire la stipsi. 

    Questa abitudine di ‘pulire l’intestino’ per favorirne la funzionalità può alterare l’equilibrio del transito intestinale.

  • I lassativi aiutano a dimagrire.
    FALSO Semmai l’illusoria ‘riduzione di peso’ è dovuta a una diarrea ‘acquosa’, per effetto di stimolo sul colon, e non certo a un’effettiva riduzione delle calorie assorbite.
    Questo comportamento porta a facilitare irregolarità alimentari che sono causa di ritenzione idrica, oltre che di gonfiore addominale e alterazioni del transito intestinale, compresi fenomeni di stipsi.
  • Più fibre consumi, migliore sarà l’equilibrio del tuo intestino.

    FALSO – Non è detto che l’incremento del consumo di fibre risulti sempre positivo.
    Se si tratta di stipsi cronica, un eccessivo consumo di frutta e verdura può addirittura peggiorare la situazione.
    Un adeguato consumo di fibre (circa 20 gr/al giorno) è una delle condizioni del corretto funzionamento intestinale, ma questo tema non va banalizzato: anche l’alimentazione, specie in presenza di irregolarità del transito intestinale, richiede il consiglio del medico.

Stipsi e Salute

Ti trovi ad affrontare problemi di stitichezza? Consulta il tuo medico per ottenere una diagnosi accurata e per individuare il trattamento più adatto alle tue esigenze.
Se hai effettivamente problemi di stipsi, il medico potrà assisterti nel comprendere la situazione e offrirti consigli su eventuali modifiche da apportare alla tua alimentazione e al tuo stile di vita.

macrogol bg 1 onligol macrogol 4000 bustine

Soffri di stitichezza cronica?

Onligol Macrogol 4000 ti aiuta a ritrovare un senso di sollievo

Articoli correlati

Altri approfondimenti che potrebbero interessarti

problemi con stipsi
Benessere intestinale

Non solo stipsi

Sebbene sia un disturbo molto frequente, la stipsi cronica è una tutt’altro che semplice da tratt...